Coppe nazionali, Coupe de France

Coupe de France- Risultati ottavo turno e sorteggio trentaduesimi

Martedì 14 dicembre 2010, scritto per Ligue2edintorni.tk

Il ceco Koller in azione contro l'Ajaccio: il Cannes si è reso protagonista di uno dei sette "cupset" dell'ottavo turno.

In attesa delle partite di Metz e Laval, rinviate a causa del gelo, altre cinque squadre di Ligue 2 raggiungono Tours e Le Havre, eliminate nel turno precedente.
Almeno una eliminazione era scontata, avendo il sorteggio messo di fronte Nîmes e Istres: al termine di una partita folle ed emozionante, ben giocata da entrambe le contendenti, a prevalere sono i padroni di casa, grazie ad una sfortunata deviazione di Kehiha su tiro di Haddou, che vale il 3-2 a cinque minuti dal 90′; i Crocos sono ancora imbattuti da quando Nöel Tosi ha preso il posto di Cavalli in panchina, ma non possono gioire perchè sulla partita incombe l’inchiesta della Commissione Disciplinare della FFF. Infatti a fine gara cinque sostenitori locali hanno invaso il terreno di gioco con l’intento di aggredire il portiere avversario Ménétrier e ora il Nîmes rischia una sanzione che va dalla semplice ammenda fino all’espulsione della competizione, passando per la squalifica del campo; c’è da tenere presente che la federazione francese tende ad essere piuttosto severa in casi simili (ricordiamo che già Tourcoing e Viry-Châtillon sono state escluse dall’edizione in corso, in seguito alla violenta rissa in campo tra giocatori e tifosi nel turno precedente) e che non è la prima volta che una parte della tifoseria del Nîmes crea problemi per le sue intemperanze.

L'allenatore del Nîmes Tosi, personaggio particolare autore anche di commedie teatrali e romanzi polizieschi: esperto in salvezze, finora sembra aver trovato la cura giusta per risollevare i Crocos. (foto francefootball.fr)

Alla vigilia avevamo sottolineato come fosse potenzialmente insidiosa la trasferta dell’Ajaccio allo Stade Pierre de Coubertin, il campo ancora inespugnato del Cannes, e la prova dei fatti l’ha confermato: le due squadre si sono date battaglia per centoventi minuti e dopo l’1-1 dei tempi regolamentari a decidere è stata la rete dell’attaccante ruandese Uzakumunda, per una vittoria meritata dalla formazione della Costa Azzurra che ha globalmente avuto il controllo del gioco (qui il video dei gol ).

In fondo non sorprende più di tanto nemmeno l’eliminazione del Grenoble, nel pieno di una crisi tecnica e finanziaria che sembra irreversibile e che potrebbe avere conseguenze sportivamente drammatiche: il gruppo giapponese Index, dal 2004 azionista di maggioranza del club alpino (diventato così il primo club francese gestito da investitori stranieri), ha tempo fino al 20 dicembre per garantire di fronte alla DNCG la copertura del buco di bilancio; intanto ad approfittare della situazione è l’US Raon-L’Etape, piccola squadra lorena tredicesima in quarta divisione, che riesce a recuperare lo svantaggio iniziale per poi avere la meglio ai supplementari.

Striscioni di contestazione esposti nei giorni scorsi dalla tifoseria del Grenoble.

Quello che certamente nessuno avrebbe potuto prevedere è che a poca distanza da Raon-L’Etape, nella cittadina lorena di Jarville-la-Malgrange, il Jarville Jeunesse Foot, decimo nel gruppo B di CFA 2 (quinta divisione) e al primo ottavo turno di Coupe de France della sua storia, eliminasse addirittura il Dijon, che peraltro stava attraversando un eccellente momento di forma; al secondo exploit consecutivo dopo che nel turno precedente avevano fatto fuori i vicini alsaziani del Colmar, squadra di National, i loreni trovano il gol con Wyrwa nel finale del primo tempo e sul terreno gelato del piccolo Stade de Montaigu resistono stoicamente agli assalti degli ospiti, con il portiere Hollard, di professione agente immobiliare, che mantiene miracolosamente la propria porta inviolata di fronte al secondo migliore attacco di Ligue 2.
Lo Jarville festeggia la storica qualifcazione. Il presidente Isaac: "Sono fiero di loro, per gli amatori il solo valore che conta sono i colori della maglia".

Ma teatro della sorpresa maggiore dell’ottavo turno è curiosamente ancora una volta la regione Poitou-Charentes, la stessa che poche settimane fa aveva celebrato le gesta del Cognac: in quest’occasione a balzare agli onori della cronaca è Chauvigny, poco più di 7000 abitanti, nota per il suo patrimonio medievale e per le sue porcellane: la squadra locale, l’US Chauvigny, gioca nella Ligue Centre-Ouest di Division d’Honneur (DH, sesta serie) e allo Stade de la Montée Rouge della vicina Châtellerault, davanti a 2000 spettatori entusiasti, travolge con un clamoroso 3-0 lo Châteauroux settimo in Ligue 2 ed approda per la prima volta ai trentaduesimi di finale di coppa. I padroni di casa, in vantaggio nel primo tempo con il capitano Champaux, trentacinquenne con un passato in terza serie, nella ripresa su precisa indicazione dell’allenatore Pascal Picard scelgono di continuare a giocare senza paura anzichè chiudersi all’indietro a protezione del risultato; il coraggio è premiato da una doppietta dell’attaccante Vergerolle che chiude una partita dominata. Negli spogliatoi il tecnico dei Castelroussins Tholot parlerà a chiare lettere di umiliazione e di china pericolosa presa dai suoi, reduci da due sconfitte consecutive in campionato.

I tifosi dello Chauvigny in festa (foto: us-chauvigny.footeo.com)

I quattro exploit citati si sommano ai tre che hanno avuto luogo in incontri tra club delle divisioni inferiori, ma ne sono stati sfiorati molti altri. Non ce l’hanno fatta i due petits poucets, le uniche squadre di ottava serie rimaste in corsa: il Fayet si è inchinato sul proprio campo all’Issy-les-Moulineaux con un onorevole 1-2; e l’US Semnoz-Vieugy ha venduto carissima la pelle contro i più celebri vicini dell’Evian, che sono riusciti a sbloccare il risultato con il solito Bérigaud solo ad un quarto d’ora dalla fine. Proprio Evian ed Issy saranno protagoniste ai trentaduesimi di due partite particolarmente affascinanti riservate dal sorteggio: ospiteranno infatti rispettivamente l’Olympique Marseille, in una delle tante sfide in programma tra squadre di Ligue 1 e di Ligue 2, e il Brest, in un autentico scontro tra Davide e Golia, l’unico a contrapporre un club di massima serie ad uno di Division d’Honneur, la più bassa categoria nella scala gerarchica ad avere ancora in gioco delle rappresentanti (cinque in totale).

Non solo l’Evian tra le formazioni di Ligue 2 ha comunque avuto vita difficile contro dei dilettanti: hanno sofferto moltissimo anche Le Mans, Boulogne, Reims e soprattutto Angers, che ha avuto bisogno dei supplementari per sbarazzarsi del Tour d’Auvergne de Rennes, la seconda squadra della città bretone, attualmente in DH. Due vittorie importantissime per il morale hanno invece dato una boccata d’ossigeno a Vannes e Troyes, entrambe senza successi in campionato da otto partite.

Gaffory, autore di una doppietta nel derby bretone (foto: oueste-france.fr)

Al termine di un derby combattuto fino all’ultimo secondo, i bretoni sono riusciti ad aver ragione del Guingamp, che finora in stagione aveva perso solo contro la capolista Bastia in National e contro l’OM in Coupe de la Ligue; e ai trentaduesimi andranno a Lorient per un derby ancora più sentito, visto che le due città si trovano nello stesso dipartimento, il Morbihan, di cui Vannes è il capoluogo: un altro abbinamento dall’indubbio fascino. Molto più facile invece l’impresa per il Troyes che imponendosi per 3-0 sul campo dello Schiltigheim (CFA 2) ritrova finalmente la via della rete, interrompendo l’astinenza che in campionato si protrae da cinque giornate. Infine, nessuna particolare difficoltà e vittorie di goleada per Sedan e Clermont.

Alcuni coraggiosi tifosi kanaki che hanno sfidato il gelo per sostenere il Magenta: solo 450 gli spettatori della partita. (foto: lnc.nc)

S’interrompe allo Stade Charléty di Parigi il sogno dei kanaki del Magenta, annichiliti dal Paris FC e dalle temperature gelide dell’Île de France in una partita senza storia fin dall’inizio: quella scritta dai ragazzi di Alain Moizan resterà tuttavia una pagina bellissima nella storia del calcio della Nuova Caledonia.

Può invece continuare a sognare il Cognac, che dopo l’impresa del settimo turno esce vittorioso anche dal campo del Saumur, nella Valle della Loira, con il portiere Elissalde che si erge a protagonista assoluto parando due rigori nella lotteria finale dei tiri dal dischetto. Entrambe le squadre del Poitou-Charentes sono ora attese da impegni sulla carta davvero proibitivi, poichè il Cognac andrà a giocare nella tana del Nantes mentre lo Chauvigny riceverà il Le Mans; ancora peggio è andata all’altra sorpresa Jarville, abbinata al Sochaux: ma molti giocatori loreni alla vigilia si erano augurati di pescare addirittura OM, OL o PSG, perchè l’essenza di questa coppa risiede proprio nella magia di vivere certe sfide impossibili.

Ecco il quadro completo dei risultati dell’ottavo turno:

Venerdì 10 dicembre 2010

Nîmes (L2) – Istres (L2) : 3-2

Chauvigny (DH) – Châteauroux (L2) : 3-0

Vannes (L2) – Guingamp (N) : 3-2

Sabato 11 dicembre 2010

Paris FC (N) – Magenta (Nouvelle-Calédonie) 4-0

Jarville (CFA2) – Dijon (L2) 1-0

Marck (CFA2) – Amiens (N) 1- 2 (d.t.s.)

Pont-de-Roide (DH) – Drancy (CFA) 0-1

Fayet (PI) – Issy (DH) 1-2

Sedan (L2) – Amnéville (CFA) 4-0

Schiltigheim (CFA2) – Troyes (L2) 0-3

Semnoz-Vieugy (PHR) – Evian/Thonon/Gaillard (L2) 0-2

Sens (DH) – Forbach (CFA2) 0-2

Cannes (N) – Ajaccio (L2) 2-1 (d.t.s.)

Bayeux (DH) – Le Mans (L2) 2-3

Challans (DH) – Fontenay-le-Comte (CFA) 0-2

Raon-l’Etape (CFA) – Grenoble (L2) 3-2 (d.t.s.)

Boulogne (L2) – Roye/Noyon (CFA2) 1-0

Arras (CFA2) – Reims (L2) 0-2

Fréjus/St-Raphaël (N) – Colomiers (CFA) 0-0 (3-1 d.c.r.)

Thaon-les-Vosges (DH) – Strasbourg (N) 0-3

Avranches (CFA) – Pontivy (CFA2) 2-1 (d.t.s.)

Quevilly (CFA) – Lannion (CFA2) 6-0

Le Poiré-sur-Vie (CFA) – Angoulême (DH) 6-0

Chambéry (CFA2) – Seyssinet Pariset (DHR) 4-3

Vaulx-en-Velin (DH) – Lons Le Saunier (DH) 1-0

Clermont (L2) – Thiers (CFA2) 5-0

Rennes TA (DH) – Angers (L2) 0-1 (d.t.s.)

Firminy (DH) – Jura Sud (CFA) 0-2

Vierzon (CFA2) – Poitiers (CFA2) 0-3

Saumur (CFA2) – Cognac (CFA2) 0-0 (1-3 d.c.r.)

Inzinzac (CFA2) – Dinan/Lehon (CFA2) 1-0

Nantes (L2) – Vertou (CFA2) 2-0

Domenica 12 dicembre 2010

Douai (CFA2) – Rouen (N) : 1-5

Marquette (DHR) – Poissy (CFA) : 1-2

Trélissac (CFA2) – Marignane (CFA) : 2-1

Martigues (CFA) – Fos-sur-Mer (DHR) : 2-0

Illkirch-Graffenstaden (E) – Sezanne (DH) : 0-2

Auch (DH) – Aurillac (CFA) : 0-3

Agde (CFA) – Agen (CFA2) : 0-1 (d.t.s.)

Cherbourg (CFA) – Dreux (DH) : 1-0

Yzeure (CFA) – Paray (DH) : 0-0 (1-3 d.c.r.)

Qualificato d’ufficio : Wasquehal (CFA2)

Rinviate : Créteil (N) – Laval (L2) : Venerdì 17 dicembre

Entente SSG (CFA) – Metz (L2) : Sabato 18 dicembre

Queste le qualificate al turno successivo (a cui vanno aggiunte le venti squadre di Ligue 1, che entrano in lizza proprio ai trentaduesimi di finale), suddivise per categoria:

Ligue 2 (11, 12 o 13) : Angers, Boulogne, Clermont, Evian TG, Le Mans, Nantes, Nîmes, Reims,

Sedan, Troyes, Vannes, Laval(?), Metz (?)

National (6 o 7) : Amiens, Cannes, Fréjus Saint-Raphaël, Paris FC, Rouen, Strasbourg, Créteil (?)

CFA (11 o 12) : Aurillac, Avranches, Cherbourg, Drancy, Fontenay-le-Comte, Jura Sud, Le Poiré-sur-Vie, Martigues, Poissy, Quevilly, Raon-L’Etape, Entente SSG (?)

CFA2 (9) : Agen, Chambéry, Cognac, Forbach, Inzinzac, Jarville, Poitiers, Trélissac, Wasquehal

DH (5) : Chauvigny, Issy-les-Moulineaux, Paray, Sezanne, Vaulx-en-Velin

Ed ecco infine il sorteggio dei trentaduesimi di finale, effettuato ieri sera alle 19 a Bordeaux: tra le partite in programma anche due sfide tra squadre di Ligue 1, PSG-Lens e Caen-OL.

Gruppo A

Caen (L1) – Lyon (L1)

Toulouse (L1) – Paris FC (Nat)

Agen (CFA2) – Poitiers (CFA2)

Bordeaux (L1) – Rouen (Nat)

Trélissac (CFA2) – Quevilly (CFA)

Chauvigny (DH) – Le Mans (L2)

Nantes (L2) – Cognac (CFA2)

Angers (L2) – Valenciennes (L1)

Gruppo B

Laval (L2) ou Créteil (Nat) – Nice (L1)

Issy-les-Moulineaux (DH) – Brest (L1)

Avranches (CFA) – Fontenay (CFA)

Boulogne-sur-Mer (L2) – Amiens (Nat)

US Montagnarde (CFA2) – JA Drancy (CFA)

Cherbourg (CFA) – Le Poiré-sur-Vie (CFA)

Paris SG (L1) – Lens (L1)

Lorient (L1) – Vannes (L2)

Gruppo C

Reims (L2) – Montpellier (L1)

Arles-Avignon (L1) – Sedan (L2)

Poissy (CFA) – Strasbourg (Nat)

Forbach (CFA2) – Lille (L1)

Raon-L’Etape (CFA) – Sezanne (DH)

Wasquehal (CFA2) – Auxerre (L1)

Troyes (L2) – Metz (L2) ou Entente SSG (CFA)

Jarville (CFA2) – Sochaux (L1)

Gruppo D

Rennes (L1) – Cannes (Nat)

Martigues (CFA) – Paray (DH)

Saint-Etienne (L1) – Clermont (L2)

Chambéry (CFA2) – Monaco (L1)

Vaulx-en-Velin (DH) – Jura Sud (CFA) o Firminy (DH)

Nîmes ou Istres (L2) – Fréjus Saint-Raphaël (Nat)

Evian TG (L2) – Marseille (L1)

Aurillac (CFA) – Nancy (L1)

Annunci

Discussione

Un pensiero su “Coupe de France- Risultati ottavo turno e sorteggio trentaduesimi

  1. I have been browsing online more than 3 hours today, yet I never found any interesting article
    like yours. It is pretty worth enough for me.
    In my opinion, if all website owners and bloggers made good content as you did, the net will be
    much more useful than ever before.

    Pubblicato da moquette pas Cher | 24 gennaio 2013, 12:35

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: